Il progetto Ratto dellle Sabine inizia nei primi anni 2000 con lo scopo di valorizzare in maniera forte la terra da cui trae origine, appunto la sabina. Dopo un lungo e non facile iter fatto di riclassificazione di vigneti, di ricerca dei blend giusti e di scelta strategiche fondamentali nel 2003 escono le prime bottiglie marchiate "Ratto delle Sabine" bianco e rosso. Successivamente nel 2004 esce anche la prima bottiglia della riserva "Primo Angelo". Il progetto riscuote da subito un buon successo sia di mercato che di critica tanto che negli anni ha ricevuto anche riconoscimenti importanti come: l'inserimento, per il bianco ed il rosso, all'interno di una guida Slow Food ed il successivo premio Slow Food Lazio e l'inserimento del Primo Angelo nella selezione dei migliori rossi da abbinare ai più eccellenti prosciutti nazionali stilata "Bibenda" organo ufficiale dell'Associazione Italiana Somellier Roma.

"Attraverso il marchio Ratto delle Sabine abbiamo l'aspirazione di far conoscera i sapori ed i colori della nostra amata sabina."
Massimo Lorenzoni, marzo 2003 presentazione prime bottiglie.

"Abbiamo creduto molto nell’obiettivo di valorizzare il nostro vino e questa è la prima vera soddisfazione."
Luigino Lorenzoni dicembre 2005 presentazione inserimento in guida Slow food

La scelta di legare la legenda del ratto delle sabine a questa linea di prodotti e figlia della volontà di dare una chiara identità ai nostri prodotti. Tanto che ad oggi oltre ai 3 già citati vini la gamma Ratto delle Sabine comprende tre grappe (una bianca; una barrique e una barrique riserva), la linea di spumanti "denario" e un olio dop sabina.

Sede operativa
via Flaminia, km 58.300 - 01030 Civita Castellana (VT)
Telefono
0761.599547
Numero Verde
800.912809

Sede legale
via Cavour, 14 -02046 Magliano Sabina (RI)
COD.FISC. e P.IVA
00866750573

realizzazione sito TiberWeb.com